Yom Kippur
Village of Hope & Justice Ministry  - Cod. Fisc. 95117280636
My Blog

Yom Kippur

Una Tanakh (Bibbia ebraica), il Tallit (scialle di preghiera), e uno shofar (corno tromba d'ariete)
"Questa sarà per voi una legge perpetua, per fare l'espiazione per i figli d'Israele per tutti i loro peccati, una volta all'anno». E Mosè fece come l'Eterno gli aveva comandato. (Levitico 16:34)
Stasera è Erev Yom Kippur, la vigilia del Giorno dell'Espiazione, che è, biblicamente parlando, il giorno più sacro dell'anno. A metà pomeriggio, tutte le aziende e negozi saranno chiusi qui in Israele; nemmeno una stazione di gas sarà aperto. Al calar della notte, non ci sarà un auto sulla strada. Tutto ciò che verrà mostrato in televisione la sera sarà una foto di un shofar che chiama il popolo di Israele a digiunare e a pregare. Anche le stazioni radio ebree saranno chiuse. Se i cristiani non hanno familiarità con lo Yom Kippur e sono qui in Israele per la prima volta, potrebbe essere tentati a pensare che il rapimento ha avuto luogo e che sono stati lasciati alle spalle.

Le strade di Tel Aviv, la città che non dorme mai, sono deserte a Yom Kippur. In tutta Israele le strade sono vuote. 
Stasera al tramonto, il popolo ebraico qui in Israele e in tutto il mondo sarà presente nella loro sinagoga locale. Con i suoi temi di espiazione e pentimento, il decimo di Tishri è così importante che è osservato da molti ebrei laici che non osservano le altre festività ebraiche.
"Questa sarà per voi una legge perpetua: nel settimo mese, il decimo giorno del mese, umilierete le anime vostre e non farete alcun lavoro, né il nativo del paese, né il forestiero che risiede fra voi."(Levitico 16:29)
Il mese di Tishri è il settimo mese del calendario ebraico, il mese in cui aggiungiamo un altro numero per l'anno (ora siamo nell'anno 5775) e il mese in cui facciamo espiazione per il peccato.
Preghiera di ebrei nella sinagoga a Yom Kippur, da Maurycy Gottlieb, 1878. Yom Kippur (giorno dell'espiazione) Levitico 16: 1-34; 18: 1-30; Numeri 29: 7-11; Isaia 57: 14-58: 14; Libro di Giona; Michea 7: 18-20

Yom Kippur è un giorno di digiuno solenne. A causa di ciò, tutti i tipi di preparazioni sono in corso durante il giorno per rispettare lo Yom Kippur, compresi due pranzi di festa di oggi. Su Yom Kippur per 25 ore, noi "affliggiamo la nostra anima" nei seguenti cinque modi: 1 Non mangiamo o beviamo; 2 Noi non laviamo; 3 Non usiamo lozioni o profumi; 4 Non indossiamo calzature in cuoio; e 5. Ci asteniamo da relazioni coniugali.

Nonostante questo, il rispetto di Yom Kippur è caratterizzato da un senso di pace a causa della fiducia nel nostro rapporto con Dio e la Sua disposizione per l'espiazione.


















Grafia ebraica di Kol Nidre nel Machzor di Worms, la Germania ha uno dei più antichi festival di libri di preghiera rituale esistente. E 'stato utilizzato dalla comunità ebraica di Worms dal 1272 fino alla distruzione della sinagoga in onda dei pogrom anti-ebraici su Kristallnacht, novembre 1938.
Prima che il sole tramonta stasera, il popolo ebraico si riunirà nelle sinagoghe per ascoltare il cantore cantare Kol Nidre (Tutti i voti) e recitare le preghiere penitenziali da uno speciale libro di preghiere chiamato Machzor (Ciclo). 







Domani mattina, torneranno alle sinagoghe per il servizio di Shabbat. Durante il servizio pomeridiano, tutto il Libro di Giona sarà letto. Questo servizio si conclude poco prima del tramonto con il Ne'ila (chiusura delle porte), la preghiera, che è l'ultimo momento per pentirsi davanti a Dio sigilla i suoi giudizi nel suo libro. Yom Kippur si concluderà al tramonto di domani con il suono dello shofar, e il popolo di Israele tornerà a casa per godere di un pasto di festa. Domani sera, molti inizieranno a costruire la Sukkah per la festa di Sukkot, che inizia il prossimo Mercoledì sera.







Uomo ebreo ortodosso che prega Selichot, la preghiera penitenziale ebrea e le poesie, in preparazione per Yom Kippur, al muro del pianto a Gerusalemme.  
Fare Espiazione al Tempio
"L'Eterno disse a Mosè: «Parla ad Aaronne, tuo fratello, e digli di non entrare in qualsiasi tempo nel santuario, di là dal velo, davanti al propiziatorio che è sull'arca, perché non abbia a morire, poiché io apparirò nella nuvola sul propiziatorio." (Levitico 16: 2)
Yom Kippur era l'unico giorno dell'anno che il Cohen HaGadol (Gran Sacerdote) poteva entrare nel Santo dei Santi per fare l'espiazione per la nazione di Israele. Per il ministro davanti al Signore in questo giorno santo, il sacerdote prima immerso in acqua (si è immerso nella mikvah) e poi mette su una speciale tunica di lino. Nel Santo dei Santi, il sommo sacerdote non era quello che indossava i suoi soliti abiti dorati, progettati per splendere e per la bellezza; invece, era solito indossare una semplice tunica, di lino bianco un abbigliamento che rappresentava la purezza e umiltà, che si addice al più sacro di tutti i giorni.





Molti uomini ebrei indossano una Kittel, una veste bianca come indumento, per le preghiere della sera nel giorno di Yom Kippur. Il kittel e’ anche indossato il giorno delle nozze.
Indossare il Bianco durante lo Yom Kippur
Stasera e domani, molti uomini ebrei religiosamente osservanti si vestono in modo semplice, di lino bianco quando si partecipa a servizi di Yom Kippur. Indossano anche le scarpe con suola in gomma, scarpe da ginnastica al posto delle scarpe di cuoio, in ricordo del sacrificio di animali nel giorno di Yom Kippur.
E le donne indossano abiti eleganti mentre indossano le scarpe di tela da corsa. I rabbini danno un altro motivo per indossare il bianco in questo giorno santo. Israele viene davanti a Dio, non in abiti squallidi come un peccatore penitente, ma vestita di bianco come se andasse ad una festa, fiduciosa che sarà perdonata quando viene con pentimento sincero.
Nel libro dell'Apocalisse, vediamo un collegamento con la tradizione nell’ indossare il bianco proprio nel Libro della Vita:
"Chi vince sarà dunque vestito di vesti bianche e io non cancellerò il suo nome dal libro della vita, ma confesserò il suo nome davanti al Padre mio e davanti ai suoi angeli.“(Apocalisse 3: 5)

 
Kapparot è un rituale che alcuni ebrei eseguono prima di Yom Kippur, in cui un pollo è sventolato sopra la testa tre volte per simbolicamente trasferire i propri peccati al pollo. Il pollo viene poi macellato e donato ai poveri.  
Dal momento che il Sacro Tempio non è più in piedi e senza sacrifici per il peccato può essere offerto il sacrificio che Yeshua ha fatto per la nostra espiazione. Tuttavia, circa il 99% del popolo ebraico di oggi non crede che Gesù è il Messia. Senza Tempio di Gerusalemme per gli ultimi 2.000 anni, essi hanno sostituito il sacrificio di sangue animale con la preghiera (Tefilah), il pentimento (teshuvà), e la carità o i buoni atti (tzedakah). Forse in ricordo del sacrificio animale, gli ultra-ortodossi ebrei eseguono una cerimonia chiamata kapparot dove proprio il peccato è posto su di un pollo sacrificale prima che venga macellato. In questo rituale, almeno la necessità di un sacrificio di sangue viene ancora riconosciuta, anche se un pollo non è l'animale prescritto nella Torah per i sacrifici. E siccome siamo ormai alla fine dei tempi, forse questo sacrificio sostitutivo renderà più facile per questi ultra-ortodossi ebrei riconoscere il sacrificio espiatorio di Yeshua che ha compiuto per nostro conto come il Messia.


Lo stambecco nubiano è un deserto dimora specie caprina presenti in Israele. Espiazione da Azazel

"ma il capro che è stato destinato ad essere il capro espiatorio, sarà presentato vivo davanti all'Eterno, per fare su di esso l'espiazione e per mandarlo poi nel deserto come capro espiatorio. [Azazel]." (Levitico 16:10)
Durante lo Yom Kippur, i sommi sacerdoti scelgono a sorte tra due capre. Uno è stato offerto come sacrificio, ma l'altra capra è stata scelta come Azazel (il capro espiatorio). Azazel è un particolare sostantivo ebraico che significa licenziamento o intero rimozione. Tutta la rimozione del peccato e della colpa di Israele è simboleggiato dal Sommo Sacerdote, che pone entrambe le mani sul capo del capro vivo di questo, confessando su di esso tutte le trasgressioni dei figli d'Israele. La capra sarebbe poi rilasciata nel deserto dal lato orientale del Monte degli Ulivi, così porterà fisicamente il peso del peccato di Israele nel deserto della Giudea.







Il Golden Gate, che si chiama Sha'ar Harachamim (Porta della Misericordia) in ebraico, si trova sul versante orientale del Monte del Tempio. Si pensa che l’ Azazel fu condotta attraverso questa porta nel suo cammino verso il deserto. Si pensa anche che il Messia verrà attraverso questa porta nel suo cammino verso il deserto. Suleiman voleva evitare questo e aveva stabilito che il cancello fosse sigillato nel 1541 e che non ci fosse accesso al cimitero. Un musulmano fu posto di fronte a contaminare l'area.
 
L’ Azazel e il Messia Yeshua
"Aaronne poserà entrambe le sue mani sulla testa del capro vivo e confesserà su di esso tutte le iniquità dei figli d'Israele tutte le loro trasgressioni, tutti i loro peccati, e li metterà sulla testa del capro; lo manderà poi nel deserto per mezzo di un uomo appositamente scelto. Il capro porterà su di sé tutte le loro iniquità in terra solitaria; e quell'uomo lo lascerà andare nel deserto. "(Levitico 16: 21-22)
 
Ci sono somiglianze tra Levitico 16: 21-22 e Isaia 53: "Noi tutti come pecore eravamo erranti, ognuno di noi seguiva la propria via, e l'Eterno ha fatto ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti.." (Isaia 53: 6, 11)
I rabbini dei tempi antichi vedono in Isaia 53 una profezia messianica. La maggior parte di loro ha convenuto che esso parla del Messia di Israele. Questa profezia messianica è stata effettivamente nascosta dalla maggior parte degli ebrei, anche a quelli che frequentano fedelmente i servizi in sinagoga, omettendo l'intero capitolo dalla selezione degli scritti di lettura allo Sabbath. Perché? Poiché questi versi così descrivono perfettamente la espiazione che Yeshua ha fatto per noi attraverso il sacrificio della sua stessa vita, come il Servo sofferente. Questo è il motivo per cui abbiamo così disperatamente bisogno di fare la Bibbia profetica messianica e di renderla disponibile al popolo ebraico!
Il servizio finale su Yom Kippur si conclude con un lungo suono di shofar. Il suono dello shofar si crede sia una chiamata al pentimento e simbolizzi la redenzione di Israele. L'attuale interpretazione rabbinica di Isaia 53 propone che questo passaggio non parla del Messia, ma della nazione di Israele. Questa interpretazione sembra aver guadagnato molte adesioni solo nel 13 ° secolo. Essa e’, in verità, una bugia che non permette a tutta la comunità ebraica di vedere che Isaia 53 descrive perfettamente Gesù che ha sofferto per i nostri peccati. Non tutti i rabbini hanno concordato con questa interpretazione volutamente sbagliata. Il rabbino Moshe Kohen ibn Crispin ha risposto a questa teoria in questo modo:
"[In contrasto con coloro che hanno incrinato per la caparbietà del proprio cuore e della propria opinione, ho il piacere di interpretare la Parasha [Isaia 53] in conformità con gli insegnamenti dei nostri rabbini, del Re Messia ... e aderire al senso letterale. Così sarò libero da interpretazioni forzate e inverosimili, di cui gli altri sono colpevoli."
Mosè Alshech, un rabbino del 16 ° secolo, predicatore e commentatore della Bibbia, non crede che Isaia 53 si riferisca alla nazione di Israele.
Egli disse: "I ​​nostri rabbini con una sola voce accettano e affermano il parere che il profeta [Isaia] qui [capitolo 53] parla del Messia."


Questo Siddur (libro di preghiera ebreo) è appoggiato su un tavolo Occidentale del Muro ornato con una tovaglia di velluto che è ricamata con un'immagine del Secondo Tempio. L'indumento a frange è un tallit ripiegato (scialle di preghiera).
Numerosi commentatori rabbinici, infatti, danno per scontato che Isaia 52: 13-53: 12 si riferisca al Messia. Le seguenti citazioni sono raccolte da fonti tradizionali rabbiniche, come il Talmud (legge orale):
"Lui, il Messia, deve intercedere per i peccati dell'uomo, e il ribelle, per amor suo, sarà perdonato." (Gerusalemme Targum su Isaia 53:12)
"E quando Israele è nel peccato, il Messia cerca misericordia su di loro come è scritto, 'Per le sue piaghe noi siamo stati guariti,' e 'portava il peccato di molti e intercedeva per i peccatori.'" (Genesi Rabbah su Isaia 53: 5, 12).
In un certo senso limitato, tuttavia, le affermazioni che Israele ha sofferto come un azazel o "capro espiatorio" per le nazioni è vero. Tuttavia, Israele non è in grado di giustificare e sopportare le iniquità del suo popolo (Isaia 53:11). Il Messia ha fatto si che quando il Signore lo ha schiacciato lo ha fatto divenire un'offerta per il peccato (v. 10).
Sul rogo di esecuzione, "Come molti erano stupiti di te, così il suo aspetto era sfigurato più di quello di alcun uomo, e il suo volto era diverso da quello dei figli dell'uomo." (Isaia 52:14)
Il popolo ebraico non ha ancora visto che Gesù adempì le molte profezie di Isaia e altri profeti, ma questa cecità è solo temporanea e presto giungerà al termine:
"Perché non voglio, fratelli, che ignoriate questo mistero, affinché non siate presuntuosi in voi stessi, che ad Israele è avvenuto un indurimento parziale finché sarà entrata la pienezza dei gentili, e cosí tutto Israele sarà salvato come sta scritto: «Il liberatore verrà da Sion, e rimuoverà l'empietà da Giacobbe.
"(Romani 11: 25-26)

L'ex primo ministro israeliano Ehud Barak conforta una madre in lutto a un servizio commemorativo per i soldati morti nella guerra dello Yom Kippur, quando i vicini arabi di Israele invasero Israele, il giorno più sacro degli ebrei nel loro calendario, nel 1973, mentre la nazione era a digiuno e nella preghiera.

L’ultima Espiazione  
"Noi tutti come pecore eravamo erranti, ognuno di noi seguiva la propria via, e l'Eterno ha fatto ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti.”(Isaia 53: 6)
In ebraico, la parola iniquità è Avon.
Questa parola si differenzia dalla parola ebraica per il peccato, il che significa che a breve si va a perdere il marchio. Questa parola è radicata nel verbo ebraico avah senso di torsione e di distorcere. Significa una disonestà interiore o stato spirituale descritto come l’essere piegato in altre perversità, così come questo porta ad un allontanamento volontario dalla legge (Torah) di Dio. Di solito, mentre i sacrifici sono stati limitati ad espiare per i peccati involontari o intenzionali, questo speciale sacrificio Yom Kippur porta ad essere espiato il peccato volontario.




Uomini ebrei al Muro del Pianto a pregare per il perdono.
Il sangue di tori e di capri non può mai eliminare completamente il peccato e l'iniquità; può coprire solo per un tempo. Un perfetto sacrificio assolutamente senza peccato era tenuto a pagare il prezzo per la nostra ribellione e impurità. Solo Yeshua il Messia puo’ svolgere questo ruolo.
Come il Messia, il suo corpo e il sangue sono il kapparah (Espiazione) e Korban (offerta sacrificale) per i nostri peccati. (Ebrei 9:12) E quando Gesù è risorto il terzo giorno, Egli ha rivelato la santità assoluta della sua vita e l'efficacia del suo sacrificio sul rogo di esecuzione per tutta l'umanità. La tradizione rabbinica afferma che a Yom Kippur il Cohen (sacerdote ebreo) legherebbe un panno scarlatto al corno di Azazel e che, quando il sacrificio è stato pienamente accettato, il panno scarlatto è diventato bianco. Questo e’ meravigliosamente simboleggiato dalla meravigliosa promessa di Dio in Isaia 01:18: "Venite quindi e discutiamo assieme, dice l'Eterno, anche se i vostri peccati fossero come scarlatto, diventeranno bianchi come neve; anche se fossero rossi come porpora, diventeranno come lana."

Il sacrificio espiatorio di Gesù ha il potere di purificarci dal peccato affinché possiamo condurre una vita che piaccia a Dio.
"ma se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, abbiamo comunione gli uni con gli altri, e il sangue  di Gesù Cristo, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.”(1 Giovanni 1: 7)
 
Garanzia di espiazione per il peccato
"I peccati mi avevano sopraffatto, ma tu provvedi il perdono per le nostre trasgressioni.” (Salmo 65: 3)
I rabbini riconoscono che ogni uomo ha bisogno di espiare i suoi peccati, perché sta scritto: "Non c'è uomo giusto sulla terra che fa ciò che è giusto e mai pecca." (Ecclesiaste 7:20)
Questo grande bisogno si riflette in una storia talmudica in cui i discepoli di Yohanan ben Zakkai si riuniscono intorno al suo letto di morte e lo trovano piangendo. Essi chiedono: "Rabbì, tu sei la luce di Israele, il pilastro su cui ci appoggiamo, il martello che schiaccia ogni eresia. Perché si dovrebbe piangere? "In risposta, il rabbino confessa che ha paura di morire perché non è sicuro se finirà in paradiso o all'inferno.
Anche se Dio ha provveduto alla espiazione per tutti i nostri peccati attraverso il sangue del Messia Yeshua, molti ebrei di oggi sono completamente all'oscuro del piano di Dio di salvezza attraverso il Messia ebreo.

Rabbi con due rotoli della Torah nella Aron Kodesh (Torah Ark) sullo sfondo.
In questo Santissimo Giorno nel giudaismo, il popolo ebraico devotamente prende in considerazione il pentimento, il perdono e l'espiazione.
Potrebbe esserci momento migliore per contemplare l’iniquità del peccato, e condividere come Yeshua (Gesù) adempì le profezie messianiche e divenne il sacrificio espiatorio? Oggi, si prega di fare la differenza per l'Eternità e che siamo sostenuti nel rivelare Gesù come espiazione (kapparah) per l'Ebreo prima, e anche per i non-Ebreo. 

0 Comments to Yom Kippur :

Comments RSS

Add a Comment

Your Name:
Email Address: (Required)
Website:
Comment:
Make your text bigger, bold, italic and more with HTML tags. We'll show you how.
Post Comment
RSS Follow Become a Fan

Delivered by FeedBurner


Recent Posts

The Waters of Mikvah and Baptism: the Connection between Immersion, Conversion and Being Born Again/Le Acque di Mikveh e il Battesimo: la connessione tra immersione, conversione e essere nato di nuovo
Torah Portion Matot-Masei /Porzione Torah Matot-Masei
Torah Portion Pinchas (Phinehas)/Porzione Torah Pinchas (Phinehas)
Serie di Studi Biblici Messianici: Yeshua Ha Mashiach (Gesu' Cristo il Messia) nel Vecchio Testamento (in Italiano)
Torah Portion Balak/Porzione Torah Balak

Most Popular Posts

ASILO NIDO FAMIGLIA BILINGUE A DOMICILIO
Welcome to Your Family Home: Start Up Imma: The Mommy’s Start Up
IO SONO LA VITE, VOI SIETE I TRALCI
SUMMER CAMP 2013 UPDATES
SUMMER CAMP 2013

Categories

"Messianic Bible Studies Series" Registration
A MOBILE COLLEGE
BACK TO SCHOOL 2013
BAMBINI DALLA SCUOLA DI STRADA ALLA SCUOLA IN CASA
Baxk To School 2014
Believe
BIBBIA PROFETICA MESSIANICA ANNO 5775 PRIMA PORZIONE DI TORAH DELL'ANNO
Casa di Preghiera & Accoglienza Place of Shalom Pozzuoli, Napoli
Casa di preghiera di Gerusalemme
Cio' in cui crediamo
Come l'Apostolo Paolo
Con i miei occhi la biblioteca per i nonni e i disabili visivi
CORSI AUTUNNALI SETTIMANALI
CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI
CORSO DI CUCITO
CORSO DI DECOUPAGE
CORSO DI EBRAICO BIBLICO A POZZUOLI IN SEDE E ONLINE SONO APERTE LE ISCRIZIONI
Daily Drop
Daily Mitzvah (Maimonides)
Daily Prayer Points
Daily Tehillim
Daily Wisdom
Daily Word
EMPLOYMENT AVAILABLE Welcome to Your Family Home: Start Up Imma: The Mommy’s Start Up
English Courses for You
EVENTO TRE PER DUE
Facilitating and enhancing social inclusion of people with special needs
Generate a list of Yahrzeit dates, Hebrew Birthdays, or Hebrew Anniversaries for the next 20 years
Healing
Holocaust Memorial Day
II Porzione di Torah dell'anno 5775
IO SONO LA VITE, VOI SIETE I TRALCI
Israel Updates
Italian House of Prayer Jerusalem/Casa di Preghiera Italiana a Gerusalemme
Kehila News Israel
La Stanza di Elia/Elijah Room
LEADERSHIP COURSE
Messianic Bible
Missione la pupilla del suo occhio 2015
MISSSION 3721
Monthly Newsletter
My Dream
ORFANI E VEDOVE
Our Tithes to Israel - Le Nostre Decime a Israele
Prayer Points
Raccolta Fondi Asilo Nido Bilingue Gratuito de L'Aquila
Raccolta Fondi per Emergenza Terremoto Amatrice, Italia - Fundraising Earthquake Emergency for Italy
RECUPERO MATERIA SCOLASTICA INGLESE
Scriptural References and daily Prayer Points
SERVIZI DI GUIDA TURISTICA E ACCOMPAGNATORI TURISTICI (CORRIERI)
SHINE PROJECT - FREE WORKSHOP
SMALL THINGS MAKE BIG CHANGES IN PEOPLE LIVES
START-UP IMMA (in ebraico mamma)
Start-Up Imma al Social Lab - Il Forum Regionale sulle Politiche Sociali - 13 Febbraio 2015 Pescara,
SUMMER CAMP 2013
TEA Parties
Teacher's Hunt!
Tempi di Gloria
The Children of Zion, His Holy People.
The Day of Prayer for the Persecuted Church
The Marriage Service
THE PATH OF THE GODS & THE CALL OF GOD 13 APRIL 2013
This is Christmas - (Questo e' Natale) - Evento Gratuito per bambini - Domenica 14, 21, 28 Dicem
This is Revival 2013 (Questo e' Risveglio 2013)
Time of Judgement/Tempi di Giudizio
Times of Glory Isaiah 66:18
TRAVEL TO ISRAEL 2013
TRAVEL TO UK 2013
Village of Hope & Justice Ministry (Onlus) Israele
Village of Hope & Justice MInistry Bible Studies
VILLAGE OF HOPE & JUSTICE MINISTRY MOBILE COLLEGE
Village of Hope & Justice Ministry Onlus Offerta Formativa Estate 2014
WAILING WALL: PRAYER REQUESTS AND ANSWERS TO PRAYER
Weekly Stories from Israel
Weekly Torah Portion
Welocome Home - Your room in Jerusalem - Italian House of Prayer Jerusalem
What we believe
Yad HaShoah Holocaust Memorial Day
Yamim Nora’im Anno 5775
Yom Kippur 5777 Appeal

Archives

July 2017
June 2017
May 2017
April 2017
March 2017
February 2017
January 2017
December 2016
November 2016
October 2016
September 2016
August 2016
July 2016
June 2016
May 2016
April 2016
March 2016
February 2016
January 2016
December 2015
November 2015
July 2015
March 2015
February 2015
January 2015
December 2014
November 2014
October 2014
September 2014
April 2014
January 2014
December 2013
September 2013
August 2013
July 2013
June 2013
May 2013
April 2013
March 2013
February 2013

powered by

Website Builder provided by  Vistaprint