La Dichiarazione Balfour del 1917
Village of Hope & Justice Ministry  - Cod. Fisc. 95117280636
My Blog

La Dichiarazione Balfour del 1917

Bandiera Israeliana che sventola a Gerusalemme














" 3 l’Eterno, il tuo Dio, farà ritornare i tuoi dalla schiavitù, avrà pietà di te, e ti raccoglierà di nuovo di fra tutti i popoli, fra i quali l’Eterno, il tuo Dio, t’aveva disperso." (Deuteronomio 30: 3)
Shalom a tutti,
"44 E, nonostante tutto questo, quando saranno nel paese dei loro nemici, io non li disprezzerò e non li prenderò in avversione fino al punto d’annientarli del tutto e di rompere il mio patto con loro; poiché io sono l’Eterno, il loro Dio;" (Levitico 26:44)
Ieri, 2 novembre era l'anniversario di una lettera emessa da parte del governo britannico, favorendo la creazione di un focolare nazionale per il popolo ebraico.
Tale lettera ha iniziato il processo di adempimento della profezia biblica riguardante Israele in questi ultimi giorni.
Le conseguenze di tale lettera, la Dichiarazione Balfour del 1917, ancora riverberano in tutto il mondo, 97 anni dopo.
"Oggi ricordiamo e accogliamo con favore le persone tra le nazioni del mondo che non hanno dimenticato la storia e che ricordano il nostro legame con la nostra terra e il nostro diritto allo stato della nostra terra," il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha detto ieri.
Gerusalemme
Le colline gridavano di gioia; E’ nata Israele, "La Dichiarazione di Balfour è stato il primo riconoscimento pubblico da parte di una grande potenza del collegamento ebraico con la Palestina e l'impegno che il governo deve contribuire per ripristinare il legame tra il popolo ebraico e la sua terra d'origine. Per la prima volta un governo sovrano aveva stipulato un patto con un popolo che sparse sulla faccia della terra per poi dare loro la possibilità di tornare alla propria terra."
La Dichiarazione di Balfour, il frutto di 12 mesi di intensi negoziati tra i funzionari dell’ Ufficio Esteri, il primo ministro David Lloyd George e i leader britannici sionisti e lo stato emesso da Arthur James Balfour, il ministro degli Esteri britannico, Lord Walter Rothschild, un leader ebreo britannico che aveva il compito di trasmettere la notizia alla Federazione sionista di Gran Bretagna e Irlanda.

Il primo Alto Commissario Herbert Samuel (a sinistra) nel governatore della casa a Gerusalemme si trova con Lord Arthur Balfour (al centro) e il Generale Edmond Allenby (a destra), che ha catturato Gerusalemme dal Impero Ottomano.
Ecco il testo completo:
Ministero degli Affari Esteri, 2 Novembre 1917.
Caro Lord Rothschild,
Ho molto piacere nel trasmettere a voi, a nome del Governo di Sua Maestà, la seguente dichiarazione di simpatia per le aspirazioni sioniste ebraiche che è stata presentata, e approvata dal Consiglio dei Ministri.
"La sua visione del governo di Sua Maestà con favore per la costituzione in Palestina di un focolare nazionale per il popolo ebraico, per cui si adopera per facilitare il raggiungimento di questo obiettivo, essendo chiaramente inteso che nulla sarà fatto che possa pregiudicare i diritti civili e religiosi diritti delle comunità esistenti non ebraiche in Palestina, o ai diritti e lo status politico goduti dagli ebrei in qualsiasi altro paese ".
Le sarei grato se volesse portare questa dichiarazione a conoscenza della Federazione Sionista.
Cordiali saluti,
Arthur James Balfour

Lord Rothschild era un sionista attivo che ha lavorato sulla formulazione del progetto di dichiarazione per un ebreo la cui patria era in Palestina.














Bibbia: Profezia soddisfatta
La Dichiarazione Balfour fu incorporata nel trattato di pace di Sèvres tra l'Impero Ottomano e la Società delle Nazioni con il Mandato per la Palestina, che diede una sanzione internazionale per la creazione di un focolare nazionale ebraico, e di conseguenza, divenne la pietra angolare del diritto per lo Stato ebraico.
La porta si aprì dalla Dichiarazione Balfour che ha aiutato ad adempiere la profezia biblica che prevedeva che Dio "12 Egli alzerà un vessillo verso le nazioni, raccoglierà gli esuli d’Israele e radunerà i dispersi di Giuda dai quattro canti della terra." (Isaia 11:12)
Dio aleggiava attraverso una potenza mondiale per soddisfare innumerevoli profezie bibliche riguardanti Israele, così come la sua alleanza promette di far tornare il suo popolo alla propria terra.
A quanto pare Lord Balfour era a conoscenza del piano di Dio per Israele. Secondo il Jewish Chronicle, " La Dichiarazione di Balfour nasce dal sentimento religioso. Arthur Balfour era un mistico cristiano che credeva che l'Onnipotente lo aveva scelto per essere uno strumento della Divina Volontà, il cui scopo era quello di riportare gli ebrei alla loro antica patria, forse come un precursore per la seconda venuta del Messia.
"La Dichiarazione ha contribuito alla realizzazione della profezia biblica. Questo si deve a Lloyd George, la cui immoralità privata non gli ha impedito di credere nelle profezie di una Bibbia che conosceva dentro e fuori. "
Arthur Balfour
Portare il suo popolo a casa
"33 E, quanto a voi, io vi disperderò fra le nazioni, e vi darò dietro a spada tratta; il vostro paese sarà desolato, e le vostre città saranno deserte."(Levitico 26:33)
Leggiamo nella Torah (i cinque libri di Mosè) che Dio ha posto davanti le benedizioni e le maledizioni agli Israeliti. Le benedizioni deriverebbero dalla obbedienza alla legge di Dio. Le maledizioni deriverebbero dalla disubbidienza alle Sue leggi. Parte della maledizione è l'esilio dalla Terra Promessa,  anche se Dio promise che avrebbe riportato il Suo popolo a casa.
La disobbedienza di Israele non ha preso Dio di sorpresa. Fin dall'inizio, il Signore sapeva che il popolo che Egli aveva scelto era di collo duro e che sarebbe poi stato guidato alla terra che aveva dato alla discendenza di Abramo in eredità.
Dopo questo primo successo le tribù del nord di Israele dopo il regno di re Salomone, nel 980 aC,  vissero la divisione del Regno d'Israele. Le dieci tribù del nord si ribellarono contro il re Roboamo, figlio di Salomone, figlio di Davide, della tribù di Giuda.



Il Regno Unito di Israele
Dopo che il re Salomone morì nel 931 a.C. , suo figlio Roboamo re disse ad Israele che, invece di rendere il loro carico più leggero di quello che era stato sotto il suo padre Salomone, l'avrebbe reso più pesante.
"Mio padre ha reso pesante il vostro giogo, e io aggiungerò al vostro giogo: anche mio padre vi ha castigati con fruste, io vi castigherò con flagelli", ha detto Roboamo.
Ciò ha causato che le dieci tribù del nord si ribellassero, ci fosse una divisione in se stessi dalle tribù di Giuda e Beniamino; 1 Re 12:15:
"15 Così il re non diede ascolto al popolo; perché questa cosa era diretta dall’Eterno, affinché si adempisse la parola da lui detta per mezzo di Ahija di Scilo a Geroboamo, figliuolo di Nebat."
Questo si riferisce a una profezia verso la fine del regno di Salomone, che il profeta Achia ha detto a Geroboamo, il futuro re del regno settentrionale:
"31 e disse a Geroboamo: "Prendine per te dieci pezzi, perché l’Eterno, l’Iddio d’Israele, dice così: Ecco, io strappo questo regno dalle mani di Salomone, e te ne darò dieci tribù, “ (1 Re 11:31)
Come re, tuttavia, Geroboamo era preoccupato che avrebbe perso il controllo su quelle persone che andavano a Gerusalemme per adorare.
Per allontanare deliberatamente il popolo dal culto al Sacro Tempio, ha fondato falsi dèi nelle città locali per essere adorato dalle tribù del nord. Ciò ha determinato un ulteriore deterioramento morale.
"26 E Geroboamo disse in cuor suo: "Ora il regno potrebbe benissimo tornare alla casa di Davide.27 Se questo popolo sale a Gerusalemme per offrir dei sacrifici nella casa dell’Eterno, il suo cuore si volgerà verso il suo signore, verso Roboamo re di Giuda, e mi uccideranno, e torneranno a Roboamo re di Giuda". 28 Il re, quindi, dopo essersi consigliato, fece due vitelli d’oro e disse al popolo: "Siete ormai saliti abbastanza a Gerusalemme! O Israele, ecco i tuoi dei, che ti hanno tratto dal paese d’Egitto!" 29 E ne mise uno a Bethel, e l’altro a Dan."(1 Re 12: 26-29)
Il Regno del Nord d'Israele e il Regno del Sud di Giuda.
La caduta di Israele
Intorno al 712 aC, l'immoralità e la pagana adorazione delle tribù del nord portò alla caduta del Regno del Nord di Israele. Gli Assiri invasero e presero le dieci tribù in cattività. (2 Re 17: 6)
Gli Assiri li sparsi in tutto il Levante, portò l'inizio della Diaspora (dispersione).
Perché gli Assiri non invadono anche il regno meridionale di Giuda? La risposta ovvia è che non era la volontà di Dio per loro di farlo. Il re di Giuda, a quel tempo, Ezechia "3 Egli fece ciò ch’è giusto agli occhi dell’Eterno, interamente come aveva fatto Davide suo padre." (2 Re 18: 3)
Tuttavia, a causa della ribellione contro Dio, intorno al 606 a.C., i Babilonesi invasero il Regno del Sud tenendo Giuda in cattività a Babilonia.
Settanta anni dopo, in adempimento della profezia biblica, il regno di Babilonia cadde ai Medi e ai Persiani e gli ebrei a cui era stato permesso di tornare a Gerusalemme, ricostruirono le mura e il Tempio.
Ma molti del popolo ebraico avevano assimilato pratiche straniere e di culto, le avevano portate in Israele. Inoltre, molti erano stati assimilati nella terra della loro cattività e non facevano ritorno verso la Terra Promessa.

Hanukkah, che celebra il restauro del culto ebraico sotto la guida del valoroso di Giuda Maccabeo e il miracolo del Tempio in cui la menorah rimaneva accesa per otto giorni con una fornitura di un giorno di petrolio, è ancora oggi celebrato.
Nel 200 a.C., Israele era diventato una parte della seleucide dell’ impero greco fino alla rivolta di Giuda Maccabeo che aveva portato agli Asmonei dei re che governarono Giuda per oltre un secolo.
I Maccabei avevano distrutto gli altari pagani che erano stati allestiti nei villaggi, e reintegrato la circoncisione del neonato di sesso maschile che era stato messo al bando dal governo greco ellenistico. Essi avevano inoltre la circoscritto Gerusalemme e ritualmente pulito il Tempio, ristabilendo il culto ebraico tradizionale.
Giuda Maccabeo, il Cohen (sacerdote) che ha guidato la rivolta contro l'impero seleucide, ha fatto un'alleanza con Roma, invece di confidare in Dio solo. (1 Maccabei 8: 17-32)
Tuttavia, l'alleanza con Roma non ha impedito all'impero greco di inviare massicce forze militari. Giuda ha deciso di stare in piedi sulla sua terra, invece di ritirarsi e ha deciso di morire nella battaglia. Cosi' per un breve periodo di circa cento anni devoto della legge tornò a Giuda sotto l’unione degli Asmonei. Quando la matriarca dei Maccabei è morta, i due figli rivaleggiavano per il potere sul regno. Anche durante il loro feudo, però, hanno deciso di mantenere i sacrifici di pecore e capre al Tempio, finché un giorno uno dei figli ha inviato un maiale all'altare. Il Talmud afferma che quando al maiale vengono fregati gli zoccoli contro il Tempio, Israele ha subito scosse per 400 miglia.
Non molto tempo dopo, l'invasione romana di Gerusalemme nel I secolo a.C. ha portato questo periodo di indipendenza religiosa e civile al termine. (Storia Giudaica)
Al fine di perpetuare il suo nome per l'eternità, il re Erode ha intrapreso una massiccia ristrutturazione e ricostruzione del Secondo Tempio. In Roma, Erode il Grande governò la Giudea fino alla sua morte nel 1 aC. Dopo la sua morte, il suo regno fu diviso tra i suoi tre figli come tetrarchia. Questa era la situazione politica in Giudea al tempo in cui è nato Yeshua (Gesù).
Gesù profetizzò per quanto riguarda l'imminente distruzione del Tempio e la dispersione del popolo di Dio.
5 E facendo alcuni notare come il tempio fosse adorno di belle pietre e di doni consacrati, egli disse: 6 Quant’è a queste cose che voi contemplate, verranno i giorni che non sarà lasciata pietra sopra pietra che non sia diroccata.” (Luca 21: 5-6)
Ha anche messo in guardia i suoi talmidim (discepoli) di eventi che sarebbero accaduti nel corso della loro vita, così come negli ultimi giorni.
15 Quando dunque avrete veduta l’abominazione della desolazione, della quale ha parlato il profeta Daniele, posta in luogo santo (chi legge pongavi mente), 16 allora quelli che saranno nella Giudea, fuggano ai monti; 17 chi sarà sulla terrazza non scenda per toglier quello che è in casa sua; 18 e chi sarà nel campo non torni indietro a prender la sua veste. 19 Or guai alle donne che saranno incinte, ed a quelle che allatteranno in que’ giorni! 20 E pregate che la vostra fuga non avvenga d’inverno né di sabato; 21 perché allora vi sarà una grande afflizione; tale, che non v’è stata l’uguale dal principio del mondo fino ad ora, né mai più vi sarà. 22 E se quei giorni non fossero stati abbreviati, nessuno scamperebbe; ma, a cagion degli eletti, que’ giorni saranno abbreviati. “(Matteo 24: 15-22)
In adempimento delle sue profezie, dopo la sua morte e risurrezione, Gerusalemme fu distrutta dai Romani nel 70 d.C. durante la rivolta ebraica, spargendo ulteriormente le persone in tutto il mondo e in terre lontane.
Settanta anni dopo, gli ebrei si ribellarono di nuovo sotto la guida di Simon bar Kokhba e stabilirono l'ultimo regno di Israele, che è durato tre anni.
La distruzione finale è arrivata quando l'imperatore romano Adriano, che era determinato a spazzare via l'identità di Israele, distrusse completamente la città ebraica di Gerusalemme, con l’aratura al di sotto e la costruzione di una città chiamata Aelia Capitolina su di esso. Nel 135 d.C., Adriano ha cambiato il nome di Israele in Siria Palestina, in sostanza, in onore di nemici di Israele.

La profezia della distruzione del Tempio, di James Tissot
Il sionismo emerge

" 9 Poiché, ecco, io darò l’ordine, e scuoterò la casa d’Israele fra tutte le nazioni, come si fa col vaglio; e non cadrà un granello in terra." (Amos 9: 9)
Nel 1800, solo 6.700 ebrei vivevano in quella che allora era la Palestina ottomana.
Anche se il popolo ebraico era sparso un po’ dappertutto sul pianeta, Dio non aveva dimenticato il suo popolo, né aveva abbandonato le sue promesse e alleanza con loro.
Dal 19 ° secolo, era evidente che Dio era attivamente al lavoro in mezzo al Suo popolo, attirandoli a sé. Ed era evidente che le profezie del tempo della fine della Bibbia riguardanti il paese d'Israele erano in procinto di essere soddisfatte.
Nel 1880, il movimento sionista emergente ha lavorato per il ritorno del popolo ebraico alla sua terra, e da quel momento circa 24.000 hanno vissuto lì. Nel 1915, il numero era più che triplicato, raggiungendo 87.500. (New World Encyclopedia)
Theodore Herzl è considerato il padre del sionismo moderno.
Il termine sionismo deriva dalla parola Zion (ציון- Tzi-yon), che si riferisce al monte Sion-originariamente monte Moriah, dove Abramo portò Isacco. E 'stato qui che il re Salomone costruì il primo Tempio.
In generale, Zion ora si riferisce a Gerusalemme e anche ad Israele. Oggi, chi sostiene il diritto dello Stato di Israele ad esistere e il ritorno del popolo ebraico in Israele è un sionista.
Dio è un sionista:
"17 E voi saprete che io sono l’Eterno, il vostro Dio, che dimora in Sion, mio monte santo; e Gerusalemme sarà santa, e gli stranieri non vi passeranno più." (Gioele 3,17)
Un importante capo dietro gli sforzi sionisti era Theodore Herzl, il giornalista austriaco che aveva lavorato per far ritornare il popolo ebraico alla propria terra. Egli ha creato l'Organizzazione Sionista Mondiale (OSM) e ha tenuto il suo primo congresso a Basilea, in Svizzera nel 1897.
Nel 1917 durante la prima guerra mondiale, il britannico ha sostituito l'amministrazione ottomana della Palestina e occupato la regione compresa in Gerusalemme permettendo alla Dichiarazione Balfour di avere influenza politica.

Il Generale inglese Edmund Allenby, che ha catturato Gerusalemme dall’ Impero Ottomano, ha scritto recensioni di una guardia d'onore di soldati britannici nella Città Vecchia di Gerusalemme.
La Dichiarazione di Balfour
"11 In quel giorno, il Signore stenderà una seconda volta la mano per riscattare il residuo del suo popolo rimasto in Assiria e in Egitto, a Pathros e in Etiopia, ad Elam, a Scinear ed a Hamath, e nelle isole del mare. 12 Egli alzerà un vessillo verso le nazioni, raccoglierà gli esuli d’Israele e radunerà i dispersi di Giuda dai quattro canti della terra." (Isaia 11: 11-12).
Con gli inglesi in Palestina, le speranze e le aspirazioni della causa sionista di tornare per il popolo ebraico alla propria terra ha raggiunto un nuovo traguardo.
Durante la Prima Guerra Mondiale, il chimico russo Chaim Weizmann (che sarebbe diventato il primo presidente dello Stato ebraico) ha inventato un processo per produrre la cordite esplosivo senza l'uso di acetato di calcio, un ingrediente disponibile in Germania, ma non in Inghilterra.
Senza cordite gli inglesi avrebbe perso la guerra.
Quando Lord Balfour, il ministro degli Esteri britannico, ha chiesto che cosa il pagamento Weizmann ha richiesto per il processo, Weizmann ha risposto: "C'è solo una cosa che voglio: Una casa nazionale per il mio popolo"
Prima della prima guerra mondiale, nel 1906, gli inglesi hanno offerto il Kenya (alcuni dicono Uganda) per i sionisti come una patria ebraica. I sionisti hanno respinto questa proposta.
Il Presidente Chaim Weizmann era uno scienziato  e un professore prima di diventare il primo presidente di Israele.
Quando Balfour ha chiesto al Dr. Weizmann perché solo la Palestina potrebbe essere la patria ebraica Weizmann ha detto: "Qualsiasi altra cosa sarebbe l'idolatria", aggiungendo, "Mr. Balfour, se io le dovessi proporre Parigi invece di Londra, la prenderebbe?"
"Ma il dottor Weizmann", ha detto Balfour, "abbiamo già Londra."
Weizmann ha risposto: "Questo è vero, ma noi avevamo Gerusalemme quando Londra era una palude."
Alcuni dicono che Weizmann è stato premiato per il suo servizio il 2 novembre 1917, quando la Dichiarazione Balfour è stata consegnato a Rothschild.
Dio ha usato questa dichiarazione per mettere in moto una serie di eventi su cui lo Stato ebraico rinasce in un giorno, non senza difficoltà. Appena Dio cominciò a portare un maggior numero di ebrei alla loro patria, scoppiò il tradimento.
Gli inglesi non mantenevano le loro promesse per aiutare a stabilire e proteggere la nuova nazione, e il Mandato Britannico per la Palestina continuava, causando al popolo ebraico una lotta ancora una volta per la loro stessa sopravvivenza contro intrighi inglesi ed islamici.
Bambini israeliani
Mentre alcuni governi rinnegano le loro promesse, Dio non lo fa.
Anche se le cose possono sembrare poco rosee per Israele, 97 anni dopo, mentre i palestinesi si rivoltano a Gerusalemme e sul Monte del Tempio e l'antisemitismo impenna ancora una volta la sua ripugnante testa in tutto il mondo, sappiamo che con Dio, Israele ha una speranza e un futuro.
Dio ha miracolosamente ristabilito lo Stato ebraico e la lingua ebraica, qualcosa che non è mai accaduto per nessun altro paese o persone. Mentre ringraziamo Dio per la Dichiarazione di Balfour, possiamo anche ringraziare Colui che è fedele alla Sua Parola.
Anche se non siamo in grado di vedere la fine sin dal principio, possiamo essere certi che Dio mantiene sempre le sue promesse a tutti i credenti e in Israele.

Israele è e sarà una nazione e di un popolo per sempre.
"14 E io trarrò dalla cattività il mio popolo d’Israele; ed essi riedificheranno le città desolate, e le abiteranno; pianteranno vigne, e ne berranno il vino; faranno giardini, e ne mangeranno i frutti.15 Io li pianterò sul loro suolo, e non saranno mai più divelti dal suolo che io ho dato loro, dice l’Eterno, il tuo Dio."(Amos 9: 14-15).
2 io radunerò tutte le nazioni, e le farò scendere nella valle di Giosafat; e verrò quivi in giudizio con esse, a proposito del mio popolo e d’Israele, mia eredità, ch’esse hanno disperso fra le nazioni, e del mio paese che hanno spartito fra loro.". (Gioele 3: 2)
La Dichiarazione Balfour ha svolto un ruolo nel compimento profetico della rinascita di Israele come nazione nel maggio 1948.
Mentre questo importante anniversario ci ricorda che la mano di Dio e’ su Israele, la Bibbia collega la creazione dello Stato di Israele con la fine dei tempi in cui le nazioni verranno contro Israele ed essere giudicato nella valle di Giosafat.
Dal momento che stiamo vivendo negli ultimi giorni con di Yeshua (Gesù) non andiamo lontano, cerchiamo di essere diligente per riscattare il tempo.
"Insegnaci a contare i nostri giorni bene, che possiamo ottenere un cuore di saggezza." (Salmo 90:12)
"6 Poiché il giorno verrà, quando le guardie grideranno sul monte d’Efraim: Levatevi, saliamo a Sion, all’Eterno ch’è il nostro Dio". 7 Poiché così parla l’Eterno: Levate canti di gioia per Giacobbe, date in gridi, per il capo delle nazioni; fate dire delle laudi, e dite: "O Eterno, salva il tuo popolo, il residuo d’Israele" (Geremia 31: 6-7)

0 Comments to La Dichiarazione Balfour del 1917:

Comments RSS

Add a Comment

Your Name:
Email Address: (Required)
Website:
Comment:
Make your text bigger, bold, italic and more with HTML tags. We'll show you how.
Post Comment
RSS Follow Become a Fan

Delivered by FeedBurner


Recent Posts

Torah Portion Pinchas (Phinehas)/Porzione Torah Pinchas (Phinehas)
Serie di Studi Biblici Messianici: Yeshua Ha Mashiach (Gesu' Cristo il Messia) nel Vecchio Testamento (in Italiano)
Torah Portion Balak/Porzione Torah Balak
Torah Portion Chukat/Porzione Torah Chukat
Time of Judgement/Tempo di Giudizio

Most Popular Posts

ASILO NIDO FAMIGLIA BILINGUE A DOMICILIO
Welcome to Your Family Home: Start Up Imma: The Mommy’s Start Up
IO SONO LA VITE, VOI SIETE I TRALCI
SUMMER CAMP 2013 UPDATES
SUMMER CAMP 2013

Categories

"Messianic Bible Studies Series" Registration
A MOBILE COLLEGE
BACK TO SCHOOL 2013
BAMBINI DALLA SCUOLA DI STRADA ALLA SCUOLA IN CASA
Baxk To School 2014
Believe
BIBBIA PROFETICA MESSIANICA ANNO 5775 PRIMA PORZIONE DI TORAH DELL'ANNO
Casa di Preghiera & Accoglienza Place of Shalom Pozzuoli, Napoli
Casa di preghiera di Gerusalemme
Cio' in cui crediamo
Come l'Apostolo Paolo
Con i miei occhi la biblioteca per i nonni e i disabili visivi
CORSI AUTUNNALI SETTIMANALI
CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI
CORSO DI CUCITO
CORSO DI DECOUPAGE
CORSO DI EBRAICO BIBLICO A POZZUOLI IN SEDE E ONLINE SONO APERTE LE ISCRIZIONI
Daily Drop
Daily Mitzvah (Maimonides)
Daily Prayer Points
Daily Tehillim
Daily Wisdom
Daily Word
EMPLOYMENT AVAILABLE Welcome to Your Family Home: Start Up Imma: The Mommy’s Start Up
English Courses for You
EVENTO TRE PER DUE
Facilitating and enhancing social inclusion of people with special needs
Generate a list of Yahrzeit dates, Hebrew Birthdays, or Hebrew Anniversaries for the next 20 years
Healing
Holocaust Memorial Day
II Porzione di Torah dell'anno 5775
IO SONO LA VITE, VOI SIETE I TRALCI
Israel Updates
Italian House of Prayer Jerusalem/Casa di Preghiera Italiana a Gerusalemme
Kehila News Israel
La Stanza di Elia/Elijah Room
LEADERSHIP COURSE
Messianic Bible
Missione la pupilla del suo occhio 2015
MISSSION 3721
Monthly Newsletter
My Dream
ORFANI E VEDOVE
Our Tithes to Israel - Le Nostre Decime a Israele
Prayer Points
Raccolta Fondi Asilo Nido Bilingue Gratuito de L'Aquila
Raccolta Fondi per Emergenza Terremoto Amatrice, Italia - Fundraising Earthquake Emergency for Italy
RECUPERO MATERIA SCOLASTICA INGLESE
Scriptural References and daily Prayer Points
SERVIZI DI GUIDA TURISTICA E ACCOMPAGNATORI TURISTICI (CORRIERI)
SHINE PROJECT - FREE WORKSHOP
SMALL THINGS MAKE BIG CHANGES IN PEOPLE LIVES
START-UP IMMA (in ebraico mamma)
Start-Up Imma al Social Lab - Il Forum Regionale sulle Politiche Sociali - 13 Febbraio 2015 Pescara,
SUMMER CAMP 2013
TEA Parties
Teacher's Hunt!
Tempi di Gloria
The Children of Zion, His Holy People.
The Day of Prayer for the Persecuted Church
The Marriage Service
THE PATH OF THE GODS & THE CALL OF GOD 13 APRIL 2013
This is Christmas - (Questo e' Natale) - Evento Gratuito per bambini - Domenica 14, 21, 28 Dicem
This is Revival 2013 (Questo e' Risveglio 2013)
Time of Judgement/Tempi di Giudizio
Times of Glory Isaiah 66:18
TRAVEL TO ISRAEL 2013
TRAVEL TO UK 2013
Village of Hope & Justice Ministry (Onlus) Israele
Village of Hope & Justice MInistry Bible Studies
VILLAGE OF HOPE & JUSTICE MINISTRY MOBILE COLLEGE
Village of Hope & Justice Ministry Onlus Offerta Formativa Estate 2014
WAILING WALL: PRAYER REQUESTS AND ANSWERS TO PRAYER
Weekly Stories from Israel
Weekly Torah Portion
Welocome Home - Your room in Jerusalem - Italian House of Prayer Jerusalem
What we believe
Yad HaShoah Holocaust Memorial Day
Yamim Nora’im Anno 5775
Yom Kippur 5777 Appeal

Archives

July 2017
June 2017
May 2017
April 2017
March 2017
February 2017
January 2017
December 2016
November 2016
October 2016
September 2016
August 2016
July 2016
June 2016
May 2016
April 2016
March 2016
February 2016
January 2016
December 2015
November 2015
July 2015
March 2015
February 2015
January 2015
December 2014
November 2014
October 2014
September 2014
April 2014
January 2014
December 2013
September 2013
August 2013
July 2013
June 2013
May 2013
April 2013
March 2013
February 2013

powered by

Website Builder provided by  Vistaprint